Teorema Donna
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

3 partecipanti

Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Dom Gen 24, 2010 7:42 am

in costruzione...

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Violen11


Ultima modifica di Admin il Gio Feb 11, 2010 4:55 am - modificato 1 volta.
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty La violenza in famiglia

Messaggio Da Admin Mer Gen 27, 2010 5:10 am

La violenza e i maltrattamenti contro le donne dentro e fuori la famiglia


L’Istat presenta i risultati di una nuova indagine per la prima volta interamente dedicata al fenomeno delle violenza fisica e sessuale contro le donne (erano state condotte rilevazioni su molestie e violenze sessuali già nel 1997 e poi nel 2002 nell’ambito dell’indagine Multiscopo sulla sicurezza dei cittadini). Il campione comprende 25 mila donne tra i 16 e i 70 anni, intervistate su tutto il territorio nazionale dal gennaio all’ottobre 2006 con tecnica telefonica.
L’indagine è frutto di una convenzione tra l’Istat – che l’ha condotta – e il Ministero per i Diritti e le Pari Opportunità – che l’ha finanziata con i fondi del Programma Operativo Nazionale “Sicurezza” e “Azioni di sistema” del Fondo Sociale Europeo.
L’indagine Multiscopo sulla sicurezza delle donne misura tre diversi tipi di violenza contro le donne: fisica, sessuale e psicologica, dentro la famiglia (da partner o ex partner) e fuori dalla famiglia (da sconosciuto, conoscente, amico, collega, amico di famiglia, parente ecc.).
La violenza fisica è graduata dalle forme più lievi a quelle più gravi: la minaccia di essere colpita fisicamente, l’essere spinta, afferrata o strattonata, l’essere colpita con un oggetto, schiaffeggiata, presa a calci, a pugni o a morsi, il tentativo di strangolamento, di soffocamento, ustione e la minaccia con armi.
Per violenza sessuale vengono considerate le situazioni in cui la donna è costretta a fare o a subire contro la propria volontà atti sessuali di diverso tipo: stupro, tentato stupro, molestia fisica sessuale, rapporti sessuali con terzi, rapporti sessuali non desiderati subiti per paura delle conseguenze, attività sessuali degradanti e umilianti. Non vengono rilevate le molestie verbali, il pedinamento, gli atti di esibizionismo e le telefonate oscene.
Le forme di violenza psicologica rilevano le denigrazioni, il controllo dei comportamenti, le strategie di isolamento, le intimidazioni, le forti limitazioni economiche subite da parte del partner.

Per leggere l'intero articolo istat:
http://www.istat.it/salastampa/comunicati/non_calendario/20070221_00/

Tratto da: zeroviolenzadonne
Il 27.1.2010 Link: http://www.zeroviolenzadonne.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=181&Itemid=77
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty NO alla violenza sulle donne

Messaggio Da Admin Mer Gen 27, 2010 5:16 am



Ultima modifica di Admin il Mer Gen 27, 2010 7:13 am - modificato 1 volta.
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty La violenza contro le donne: definizioni e "liste"

Messaggio Da Admin Mer Gen 27, 2010 5:28 am

La violenza contro le donne: definizioni e "liste"

Nella Dichiarazione sull’eliminazione della violenza contro le donne, l'espressione "violenza contro le donne" viene così definita:
"qualunque atto di violenza sessista che produca, o possa produrre, danni o sofferenze fisiche, sessuali o psicologiche, ivi compresa la minaccia di tali atti, la coercizione o privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che nella vita privata. [...]
La violenza contro le donne va intesa come comprensiva di, ma non limitata a, quanto segue:
a. la violenza fisica, sessuale e psicologica che si verifica nella famiglia, in particolare maltrattamenti fisici, abusi sessuali nei confronti delle bambine nel contesto domestico, violenza correlata alla dote, stupro coniugale, mutilazioni dei genitali femminili ed altre pratiche tradizionali che recano danno alle donne, violenza da parte di persona diversa dal coniuge e violenza a fini di sfruttamento;
b. la violenza fisica, sessuale e psicologica che si verifica nella comunità, in particolare stupro, abusi sessuali, molestie sessuali e intimidazioni sul lavoro, negli istituti scolastici e altrove, tratta delle donne e prostituzione forzata;
c. la violenza fisica, sessuale e psicologica commessa o condonata dallo Stato, ovunque avvenga."
La stessa definizione, e la stessa lista di modalità in cui la violenza si manifesta, veniva riprodotta, nel 1995, nella Piattaforma di Pechino. Negli anni seguenti, però, l’impegno dei movimenti delle donne contro tutte le forme di violenza ha messo in luce altri fenomeni, altrettanto gravi, ma non sempre puniti dalle legislazioni nazionali, nè riconosciuti dalla comunità internazionale in quanto violazioni dei diritti umani.
Già nel 1994, ad esempio, nel suo primo rapporto alla Commissione diritti umani la Relatrice speciale sulla violenza contro le donne metteva in luce altre vicende drammatiche, non esplicitamente nominate nella Dichiarazione:
• la preferenza per il figlio maschio, e la disuguaglianza fra bambini e bambine nell’accesso all’alimentazione, con tutte le sue conseguenze fisiche e psicologiche, fino a comportare, in alcuni casi, rischi per la vita stessa delle bambine;
• i matrimoni precoci, con il loro carico di violenza e sopraffazione;
• la pratica del "sati", o rogo delle vedove, che sembrava dimenticata e invece ha conosciuto una ripresa;
• la pratica umiliante e spesso violenta dei test di verginità pre-matrimoniali;
• le minacce e le violenze contro le donne che non si conformano alle norme culturali tradizionali.
Negli anni seguenti, la relatrice speciale ha ulteriormente ampliato la gamma dei suoi interventi, affrontando ad esempio il tema della violenza nel contesto della salute riproduttiva, e naturalmente approfondendo tutte le questioni affrontate nella Dichiarazione del 1993 e nella Piattaforma di Pechino.
Contemporaneamente la richiesta di misurarsi anche con altri temi veniva da molte fonti: i movimenti delle donne, le agenzie delle Nazioni Unite impegnate in programmi di lotta alla violenza, i governi più sensibili a questi problemi.
"Nominare" il problema veniva visto come un primo passo per ottenere dal proprio governo una modifica della legislazione in materia, o per dare forza alle proprie campagne di denuncia, per trovare un riferimento alle proprie battaglie culturali. Un fenomeno analogo a quello dei "soggetti invisibili", che si sono battuti in questi anni perchè nei documenti internazionali contro il razzismo comparisse la parola "casta", o la condanna delle discriminazioni in base all’orientamento sessuale.
La sede dello scontro è spesso un oscuro negoziato terminologico, per stilare una risoluzione dell’Assemblea Generale ONU, o della Commissione diritti umani, o la Piattaforma di una conferenza mondiale, o le assemblee di revisione come "Pechino+5". Il risultato, la parola che si è riuscite finalmente ad inserire, a volte promette impegni concreti, o un nuovo strumento giuridico internazionale, a volte èsolo una bandiera da riportare a casa, o nemmeno quella.
In questo faticoso percorso, sono entrate nelle liste internazionali che definiscono la violenza contro le donne, nuove parole, ciascuna simbolo di una nuova battaglia, che si chiede alla comunità internazionale di intraprendere contro:
• i crimini d’onore
• i crimini passionali
• gli attacchi con l’acido
• l’infanticidio delle bambine
• i matrimoni precoci e forzati
• la schiavitù sessuale
• le costrizioni in materia di abbigliamento
• la violenza contro le donne a sfondo etnico e razzista, o legata ai pregiudizi culturali, all’intolleranza, all’estremismo religioso e anti-religioso.
Su alcuni di questi temi, poco più di una parola su un testo. Su altri, dalle parole delle piattaforme nascono campagne internazionali e iniziative di solidarietà: è il caso delle mutilazioni genitali, degli attacchi con l’acido, della solidarietà alle donne afghane, alle bambine africane, alle schiave tailandesi o sudanesi.

Tratto da: http://www.dirittiumani.donne.aidos.it/bibl_1_temi/g_indice_per_temi/violenza_contro_le_donne/a_violenza_definizioni.html
Il 27.1.2010
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty video contro la violenza sulle donne

Messaggio Da Admin Mer Gen 27, 2010 7:06 am

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Mer Gen 27, 2010 7:14 am

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - una donna su tre tra i 16 e i 70 anni nella sua vita è stata vittima della violenza di un u**o. Ma su quasi 7 milioni di donne che hanno subito almeno una volta nella vita la furia di u**o, solo pochissime l'hanno denunciato alle forze dell'ordine, appena il 4%, o si sono rivolte a centri di ascolto e associazioni, il 2,4%. Secondo gli ultimi dati dell'Istat, in una ricerca screening, basata su interviste a campione e non su dati delle prefetture, sono 6 milioni 743 mila le donne che hanno subito nel corso della propria vita violenza fisica e sessuale (il 31,9% delle donne che vivono in Italia).

Se queste sono le vittime, vuol dire che in giro ci sono quasi altrettanti uomini che attuano comportamenti violenti. E gran parte di loro riservano i maltrattamenti alla propria compagna. Tre milioni di donne hanno subito aggressioni durante una relazione o dopo averla troncata, quasi mezzo milione nei 12 mesi precedenti all'intervista. Ai danni di mogli e fidanzate i reati gravi: 8 donne su 10 malmenate, ustionate o minacciate con armi hanno subito le aggressioni in casa, 7 stupri su 10 sono compiuti dal partner. Un milione di donne hanno subito la più brutale delle violenze sessuali, lo stupro o il tentato stupro. A ottenere con la forza rapporti sessuali è il partner il 70% delle volte e in questo caso lo stupro è reiterato.

I dati sulla distribuzione geografica delle violenze dicono che gli uomini più violenti vivono al Centro e al Nord, ma è possibile che al Sud, in particolare in Calabria e Sicilia (appena il 22% delle donne le dichiara) ci sia ancora pudore a parlare dei soprusi tra le mura di casa, e a riconoscere come tale una violenza. Attraverso le interviste l'Istat ha anche tracciato il profilo dell'autore delle violenze: ha tra i 45 e i 54 anni, un grado di istruzione basso, il 37% ha una licenza elementare o nessun titolo di studio, meno del 6%, invece, è laureato.

Confrontando l'età dell'aggressore, nel caso in cui la violenza non venga dal partner, con quello della vittima, emerge che le violenze hanno ad oggetto donne mediamente istruite e giovani, che hanno «una vita sociale esterna alle mura di casa», vanno al cinema o a teatro. Gli stupri o tentati stupri da parte di un u**o che non sia partner della vittima sono aumentati sulle donne che si incontrano spesso con amici (0,4 per cento contro 0,2 relativo al complesso delle donne), vanno a cinema, teatro, concerti (0,7 per cento), ma soprattutto fanno, qualche volta, attività associazionistica di volontariato o socio politica (1,1 per cento).

Donne che dimostrano di non aver paura, e gli uomini le odiano per questo.

http://www.ansa.it/web/notizie/collection/rubriche/associata/2009/10/24/visualizza_new.html_990508678.html

Tratto da: zeroviolenzadonne
Il 27.1.2010 Link: http://www.zeroviolenzadonne.it/index.php?option=com_content&view=category&layout=blog&id=181&Itemid=77
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Gio Gen 28, 2010 1:24 am

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Violen10
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Mer Feb 10, 2010 8:15 pm

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Mer Feb 10, 2010 8:24 pm

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Gio Feb 11, 2010 5:44 am

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Violen11
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty La condizione femminile nel mondo islamico

Messaggio Da Admin Gio Feb 11, 2010 5:46 am

Intervento della dr.ssa Adriana Bolchini Gaigher (presidente nazionale ODDII sul tema la condizione femminile nel mondo islamico (nelle violenze sessuali la donna è quasi sempre considerata colpevole, In Afghanistan è così perseguitata da scegliere di suicidarsi dandosi fuoco, ora poi cè il pericolo che le leggi peggiorino ancora. Alla base di tutto ci sono manie sessuali mai risolte).
La relazione è stata presentata il 24 MAGGIO 2009 durante I° Convegno Nazionale dellO.D.D.I.I. I protagonisti della società civile Islam e Occidente: un conflitto insanabile? che si è svolto nellambito della manifestazione Mediterraneo in Piazza al Palasharp di Milano.




Ultima modifica di Admin il Gio Feb 11, 2010 5:55 am - modificato 1 volta.
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty La condizione femminile nel mondo islamico

Messaggio Da Admin Gio Feb 11, 2010 5:47 am

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty La condizione femminile nel mondo islamico

Messaggio Da Admin Gio Feb 11, 2010 5:50 am

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty La condizione femminile nel mondo islamico

Messaggio Da Admin Gio Feb 11, 2010 5:51 am

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Gio Feb 11, 2010 5:56 am

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Violen12
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Admin Ven Feb 12, 2010 4:59 am

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Dati Istat sulla violenza domestica

Messaggio Da Admin Ven Feb 12, 2010 5:24 am

Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Aivan Lun Feb 15, 2010 11:55 pm

SCHIAFFI MORALI E VIOLENZE PSICOLOGICHE


Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Bf210e4715890b0942ca05d0298681cd

1) Non sei capace di fare nulla

2) Senza di me non sei nessuno

3) Cosa credi di fare se non ci sono io

4) Tu non ce la farai mai

e poi potrei continuare con altre piccole vendette,

sottili allusioni, offese ecc.ecc.

Queste sono solo alcune delle violenze psicologiche

che molti uomini sanno sapientemente dire in occasioni
opportunamente scelte per "schiavizzare" le donne.

Poi dopo che le hanno completamente

manipolate, plagiate, distrutte, offese e illuse
e hanno ottenuto ciò che volevano fino in fondo
arrivano i famosi schiaffi morali
con frasi che apparentemente sembrano
s'interessano a loro tipo: "COME STAI?"
oppure quando non gli servi più ti dicono
semplicemente un freddo e distaccato:
" CERCA DI STARE BENE".

donne.in_line.a

La violenza psicologica
è la causa di stati depressivi e anche di suicidi,
perché la vittima è incapace di reagire,
in quanto logorata,
e anche se denunciasse la violenza,
la legge italiana non ne terrebbe conto
senza prove fisiche di lesioni.
Ma c'è soprattutto la vergogna
di ammettere di essere trattati male,
la paura a chiedere aiuto, per non subire un'altra violenza.

Ma la cosa che mi sembra più grande

è che ci siamo assuefatti,
come se fossero comportamenti normali.
Se si sapesse che sono vietati e pertanto punibili,
forse si attenuerebbe la loro incidenza;
come fa un cartello di divieto di accesso,
che impedisce a molti di percorrere
una strada pericolosa per altri.

Carla Corradi




Aivan
Aivan
Moderatore
Moderatore

Femmina
Numero di messaggi : 319
Età : 69
Data d'iscrizione : 12.12.08

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Aivan Mar Feb 16, 2010 7:50 pm

Admin ha scritto:



Sono Barbara Costa, grazie per questo video illuminante e prezioso.

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Lol Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Lol Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Lol Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Lol
Aivan
Aivan
Moderatore
Moderatore

Femmina
Numero di messaggi : 319
Età : 69
Data d'iscrizione : 12.12.08

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty «Ho violentato Sarah dopo averla uccisa»

Messaggio Da Admin Gio Ott 07, 2010 10:50 pm

Posto la notizia appresa dal sito del corriere della sera. Per rispetto alla vicenda, l'articolo è in forma ridotta. Admin

«Ho violentato Sarah dopo averla uccisa»
Strangolata in garage per aver rifiutato i suoi approcci. Il corpo in un pozzo in avanzato stato di decomposizione. La figlia di Misseri: «Mio padre ora deve pagare»

AVETRANA (Taranto) - «L'ho strangolata con una cordicella mentre era di spalle e ho abusato di lei dopo che era già morta». È la confessione di Michele Misseri, che ha ammesso di avere ucciso la nipote quindicenne Sarah Scazzi. L'omicidio è avvenuto il 26 agosto nel garage della casa dell'u**o. Prima di occultare il cadavere gettandolo in un pozzo, l'assassino lo ha denudato e successivamente ha bruciato i vestiti. Misseri, 54 anni, ha confessato l'omicidio della nipote mercoledì sera, dopo un interrogatorio durato ore nella caserma dei carabinieri del comando provinciale di Taranto. Ha strangolato la nipote adolescente (come confermato dall'autopsia) dopo aver perso la testa per il rifiuto opposto dalla ragazza alle sue ripetute attenzioni morbose. Il corpo di Sarah è stato poi gettato in una sorta di pozzo pieno d'acqua in un podere tra Avetrana e San Pancrazio Salentino, di proprietà della famiglia Misseri, dove è stato trovato in stato molto avanzato di decomposizione.
[...]
INTERROGATORIO - La svolta nelle indagini è arrivata mercoledì, quando Misseri è stato convocato dai carabinieri con la moglie e con Valentina, la figlia maggiore, sorella di Sabrina, la cugina con la quale Sarah aveva appuntamento il giorno della sua scomparsa per andare al mare. Madre e figlia sono poi tornate a casa, mentre lo zio è crollato sotto le domande degli inquirenti. Era stato lui stesso il 29 settembre a consegnare ai carabinieri il cellulare di Sarah, privo di batteria e di scheda sim, dicendo di averlo trovato vicino alle stoppie bruciate il giorno prima in un podere nel quale aveva svolto alcuni lavori. Un probabile tentativo di depistaggio che gli si è rivolto contro. La svolta sarebbe giunta con un'intercettazione ambientale della cugina Sabrina, mentre parlava con la madre e diceva piangendo «Tanto lo so che l'ha presa lui». L'intercettazione sarebbe stata cruciale per confermare ai carabinieri che erano sulla pista giusta e poi per far crollare Misseri. L'interrogatorio dello zio di Sara «è stato secretato», ha detto il procuratore. A Misseri sono stati contestati i reati di sequestro di persona, omicidio volontario pluriaggravato e occultamento di cadavere. Al momento non è accusato di violenza sessuale: «Stiamo alle circostanze oggettive emerse dai fatti»», ha aggiunto il magistrato.
[...]

http://www.corriere.it/cronache/10_ottobre_07/sarah-avances-zio_b43681d6-d1d2-11df-93c4-00144f02aabc.shtml
Admin
Admin
Admin
Admin

Femmina
Numero di messaggi : 176
Data d'iscrizione : 07.12.08

https://teoremadonna.forumattivo.com

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Aivan Sab Ott 09, 2010 12:00 am

Sarah Scazzi è stata due volte vittima. Due volte perché oltre alla ferocia di uno zio mostro che l'ha uccisa e stuprata, c'è stata la continua morbosa ...

di fronte a questi fatti il dolore di noi donne è immenso e travolgente
Aivan
Aivan
Moderatore
Moderatore

Femmina
Numero di messaggi : 319
Età : 69
Data d'iscrizione : 12.12.08

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Aivan Sab Ott 09, 2010 12:06 am

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Donttouchmysister-3
Aivan
Aivan
Moderatore
Moderatore

Femmina
Numero di messaggi : 319
Età : 69
Data d'iscrizione : 12.12.08

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Tulipano nero Sab Ott 09, 2010 12:13 am

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Sarah_scazzi01

Capelli biondissimi, fisico esile, viso dolce e sguardo luminoso e fragile, che fa capolino dalla foto che ormai tutti conosciamo. Sarah Scazzi aveva solo 15 anni. Chissà quanti sogni, paure, desideri e voglia di vivere c'erano dietro il suo sorriso timido. Chissà com'era la sua vita, tra famiglia, scuola, amici. Chissà se le piaceva o sentiva dentro di sé la tipica ribellione degli adolescenti. Chissà se, così piccola, aveva mai conosciuto l'amore e se per amore aveva sofferto.





Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA 64361_131352006916722_100001257706781_176540_3101876_n

sei diventata una stella per far brillare il nostro cielo.....
Tulipano nero
Tulipano nero

Femmina
Numero di messaggi : 52
Età : 43
Località : Milano
Umore : giocoso
Data d'iscrizione : 15.12.08

Torna in alto Andare in basso

Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA Empty Re: Dalla A di Amore alla V di... VIOLENZA

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.